azienda

Calcestruzzi Ericina Libera Società Cooperativa Trapani

Il cambiamento è possibile

L’azienda Calcestruzzi Ericina viene confiscata definitivamente alla mafia nel giugno 2000.

Inizia allora un lungo e difficile percorso che, grazie all’impegno di molti, a cominciare dai lavoratori della stessa azienda, riesce a superare tutti i tentativi di boicottaggio ed inquinamento mafioso, e consente oggi di dare vita a una nuova impresa sana e pulita.

Come previsto dalla legge 109 del 1996 sull’uso sociale dei beni confiscati alle mafie, infatti, i beni aziendali della Calcestruzzi Ericina vengono affidati alla cooperativa costituita dai lavoratori dell’azienda: la Calcestruzzi Ericina Libera.

Ma non solo.

Calcestruzzi Ericina Libera Società Cooperativa Trapani

Nell’area dello stabilimento di Trapani è stato realizzato, accanto alle strutture completamente rinnovate, per la produzione di calcestruzzo, un impianto di riciclaggio di inerti tecnologicamente all’avanguardia per il nostro Paese.

Nasce così una vera e propria filiera imprenditoriale, che consente di recuperare materiali altrimenti destinati a finire in discarica, o peggio ancora abbandonati nell’ambiente, e di trasformarli in una risorsa.

E’ un importante risultato reso possibile dall’azione comune delle Istituzioni (Prefettura di Trapani, forze dell’ordine e Procura della Repubblica, Agenzia del Demanio, Regione Sicilia), dall’impegno costante di Libera, dal contributo di imprese private ed associazioni di categoria (Unipol Banca, Anpar e Lega Coop), dalla passione e dal senso di responsabilità di chi ha amministrato l’azienda per conto dello Stato e di chi ha continuato a lavorarci.

"La sinergia tra la società civile ed Istituzioni per il raggiungimento di obiettivi comuni è un connubio vincente"
Fulvio Sodano (vedi anche: Ancora insieme a Fulvio Sodano »)

Oggi, la nuova azienda si candida ad avere un ruolo importante in un mercato, quello delle costruzioni, reso ancora più difficile dalla presenza invasiva delle organizzazioni mafiose.
I soci della cooperativa Calcestruzzi Ericina Libera sanno di avere le carte in regola, per la qualità del loro lavoro e dei loro prodotti: da quelli ottenuti con il trattamento ed il riciclaggio degli inerti, al calcestruzzo. Materiali e prodotti che hanno un valore in più: quello della legalità.